• Con19_005.jpg
  • Con19_006.jpg
  • Con19_007.jpg
  • Con19_008.jpg
  • Con19_009.jpg
  • Con19_010.jpg
  • Con19_012.jpg
  • Con19_013.jpg
  • Con19_014.jpg
  • Con19_015.jpg
  • Con19_016.jpg
  • Con19_018.jpg
  • Con19_019.jpg
  • Con19_020.jpg
  • Con19_021.jpg
  • Con19_022.jpg
  • Con19_023.jpg
  • Con19_024.jpg
  • Con19_025.jpg
  • Con19_027.jpg
   

                                                                                                                                                                            CONDOGLIANZE

           Il 6 gennaio 2020, è mancato il prof. Franco Scaramuzzi, presidente onorario di questa Accademia. Il rimpianto che lascia in tutti noi è indescrivibile ed è una realtà che difficilmente oggi riusciamo a superare. Tutte le sue attività scientifiche sono descritte, anche se sinteticamente, nell'allegato Curriculum.

Qui a noi interessa l'uomo con i suoi pensieri affettuosamente sinceri nei confronti dei collaboratori e il suo attaccamento alla famiglia. E così lo ricorderemo sempre sorridente come appare nella foto e così ci accompagnerà sempre nel nostro viaggio di studio.

     ACCADEMIA  ITALIANA della VITE e del VINO                            

 

       Il presidente a nome dell'Accademia Italiana della Vite e del Vino esprime il proprio cordoglio profondo e sincero per la perdita dell'Accademico ordinario ed amico prof. emerito Giovanni Martelli dell'Università di Bari.

A tutti i famigliari i nostri sentimenti di vicinanza e di condivisione di immenso dolore.

 

 

 

Accademia Italiana della Vite e del Vino

Attività 2018

 

Anche nel 2018 la nostra Accademia Italiana della Vite e del Vino, con l’apporto del Consiglio Scientifico e di singoli Accademici è stata impegnata a rifinire il nuovo Statuto ed il nuovo Regolamento che ora diventano riferimento sicuro per le nostre attività. Sono stati anche regolati gli elenchi degli Accademici Ordinari, Emeriti e Corrispondenti dell’Accademia. E questo è compito che deve essere aggiornato in ogni annata.

 

24 gennaio. Primo Consiglio tenuto a Conegliano,  con l’approvazione del nuovo Regolamento. Si accenna inoltre, per iniziativa del Prof. Gaeta, alla istituzione di un nuovo Gruppo di Lavoro su “Economia e diritto degli scambi internazionali”. Infine viene prospettato di poter regolamentare e gestire “filiali” estere dell’Accademia.

7 febbraio. Consiglio dedicato soprattutto alla situazione economica con la verifica della posizione debitoria e creditizia; della distribuzione degli eventuali contributi e delle eventuali quote associative e contributi.

Per quanto riguarda eventuali quote associative, tutto sembra arenarsi per intervento del Consigliere Prof. Gerbi che non trova ortodosso, per un Ente come il nostro, far pagare una quota associativa.

13 marzo. Consiglio tenuto a Firenze con l’approvazione del verbale con elenco definitivo degli Accademici che costituiscono il Corpo Accademico (Ordinari ed Emeriti) e quello del “Corrispondenti dell’Accademia”. Gli  Onorari , infine , sono personalità che ricevono questo titolo esclusivamente  onorifico.

Nella stessa data si decide, per l’apertura ufficiale del 69° Anno Accademico, di affidare la prolusione ,dedicata all’Enoturismo,  all’Accademica Dr.ssa Donatella Colombini .

In seno al Consiglio si discute anche, su iniziativa del Prof. Gaeta, della possibilità di istituire un gruppo di lavoro su “Economia e diritto degli scambi internazionali”, soprattutto per aprire rapporti con Russia e Cina. È un Gruppo che per essere attivo avrebbe bisogno di adeguato finanziamento che ora non è disponibile. Viene anche ricordato, per eventuale prosieguo dei contatti,  che il Presidente è già membro dell’Accademia delle Scienze di Mosca.

23 marzo. Si rende necessario un ulteriore Consiglio per l’approvazione del bilancio consuntivo 2017 e per definire il programma per il “VI Convegno internazionale sulle Malvasie”, che si terrà in Sardegna ai primi di settembre su iniziativa del Consigliere Prof. Costacurta.

Nello stesso Consiglio il Presidente propone lo svolgimento di un Convegno su “Conegliano, il Prosecco, i Carpenè” da tenere il 9 giugno presso la sede della “Carpenè -Malvolti” in Conegliano: proposta approvata all’unanimità.

19 aprile. A Firenze presso il Palazzo Sagrati Strozzi viene tenuta la Tornata inaugurale del 69° Anno Accademico dedicata al “Turismo del vino in Italia” con la presenza dell’Assessore Regionale Marco Remaschi. Relazione introduttiva, come detto, dell’Accademica Donatella Colombini che ha brillantemente svolto il tema “Il turismo del vino in Italia alla luce dell’attuale normativa”. Da sottolineare la presenza del Senatore Dario Stefáno, estensore della legge su Enoturismo.

9 giugno. Tornata in Conegliano, presso l’Aula Magna della Scuola enologica, con la trattazione del tema “Conegliano, il Prosecco, i Carpenè”. I lavori vengono coordinati dall’Accademico Dr. Sergio Tazzer con relazioni di Paolo De Matteis Larivera, Antonio Calò, Stefano Meneghetti, Vasco Boatto e Padre Luciano Larivera S.J. Sono affrontati vari aspetti del vitigno “Ex Prosecco” con conclusioni del Padre Larivera, profondo conoscitore degli equilibri ambientali e sulla sostenibilità di tali equilibri.

Viene anche presentato dall’autore Accademico Prof. Claudio Giulivo il proprio volume “La vite nel paesaggio dei Colli Euganei”.

7-8 settembre. In Alghero (Sardegna) viene tenuto il previsto “VI Simposio Internazionale sulle Malvasie nel bacino del Mediterraneo”, organizzato dalla nostra Accademia in collaborazione con l’Agenzia Laore della Regione Autonoma Sardegna.

Vi è stata la partecipazione di circa un centinaio di studiosi, tecnici, viticoltori ed appassionati del settore vitivinicolo.

Presentate 23 relazioni orali e 5 poster da parte di ricercatori italiani, spagnoli e croati. Sono stati affrontati temi riguardanti la storia, le zone di coltivazione e la tassonomia di questi prestigiosi vitigni, nonché aspetti enologici e di marketing. Entro la primavera 2019  saranno disponibili gli Atti del Simposio.

25 ottobre. Tornata presso la sala conferenze delle Cantine Collalto, in collaborazione con gli studi legali Moschetti di Padova e Riponti di Conegliano. Tema trattato: Fisco e Viticoltura.

Relatori gli Avv. Bruno Nichetti e Prof. Giovanni Moschetti che hanno presentato i seguenti temi:

·      Natura del reddito del settore vitivinicolo: dal grappolo alla bottiglia, il confine tra reddito catastale e reddito d’impresa;

·      Cantine Sociali e Consorzi, profili di imposizione diretta;

·      IVA nella viticoltura; regime IVA, aliquota e classificazione dei prodotti vitivinicoli;

·      Il commercio del vino entro UE ed extra UE. Accise, aspetti IVA;

·      IRAP applicata al settore vitivinicolo;

·      Vigne e Cantine, l’imposta comunale sugli immobili;

·      Agevolazioni statali per il settore agroalimentare;

·      Passaggio generazionale : interno del tema Società Agricola.

Il Dr. Luigi Scappini ha svolto una relazione su “Gruppi vitivinicoli e regole civilistiche e fiscali: un’opportunità di leva fiscale?”

Il Dr. Luca Castagnetti è intervenuto su: “Il contratto di rete nel settore vitivinicolo”.

Il numero dei presenti, l’attenzione, la discussione hanno sottolineato l’interesse e la riuscita della giornata.

13 novembre. Alle ore 18.00 a Cà del Poggio, in collaborazione con Banca Mediolanum si è svolto un incontro su “Prosecco: produzione, territorio, informazione”.  Ciò in relazione ai problemi e “rumors” sulla inconciliabilità della coltivazione del vitigno ed una urbanizzazione che porta a commistione tra abitazioni e vigneti, e di conseguenza la “paura” che i trattamenti antiparassitari possano portare seri danni agli abitanti.

Lo specialista e profondo conoscitore della letteratura internazionale Acc. Prof. Luigi Mariani dell’Università di Milano, ha accennato a statistiche internazionali che alleggeriscono il problema; ha anche sottolineato la necessità di avere informazioni certe prima che il problema stesso venga  seriamente valutato dalla classe medica..

Nell’occasione sono intervenuti gli Accademici Antonio Calò, Michele Borgo, Angelo Costacurta ed Innocente Nardi, Presidente del Consorzio Prosecco DOCG.

4 dicembre. Tornata di chiusura dell’Anno accademico, come da tradizione a Vicenza presso la Biblioteca Internazionale “La Vigna”. In mattinata si è svolto il Consiglio che ha ampiamente discusso soprattutto del mancato introito di € 15.000,00 da parte di Alessandro Rosso.

Nel pomeriggio si è svolto il colloquio su “Vino, Moda, Informazione, Disinformazione” proprio per mettere in evidenza e “denunciare” per l’ennesima volta la mancanza di una informazione completa e realistica dei diversi andamenti del nostro settore.

Con il coordinamento dell’Accademico Sergio Tazzer vi sono stati i seguenti interventi:

·      Isabella Collalto: “La tradizione non è moda”;

·      Sandro Boscaini: “Il consolidamento di un mito”;

·      Giannola Nonnino: “Un alambicco di vecchie novità”;

·      Domenico Scimone: “Da Garibaldi al nuovo vino”.

Come si evince, vi è stato un apporto di idee considerevole da parte di “personaggi” che hanno contribuito a “creare” la magica realtà dei prodotti viticoli. Realtà che produce infine la “Via Italiana al vino”.

 

   

IL PRESIDENTE                                                     

 Prof. Antonio Calò                                                  

   

Agenda 2019

22 Febbraio - Consiglio Accademico - Conegliano (TV)
10 Aprile - Apertura Anno Accademico - Verona (VR)
30 Maggio - Consiglio Accademico - Conegliano (TV)
31 Maggio - 79° Tornata dell'Accademia - Trento (TN)
13 Dicembre - Consiglio Accademico - Conegliano (TV)
14
Dicembre - Chiusura Anno Accademico - Conegliano (TV)

 

 

 

 

   

Comunicazioni

ACCADEMIA ITALIANA VITE E VINO  E

ATTIVITA' ULTIMO QUADRIENNIO

Il Presidente


DNA DELLA VITE

Il vino veramente biologico passa per la genetica

 

   

Link Utili

IST. DI GENOMICA APPLIC. UDINE
     www.appliedgenomics.org

   

Bollettini di Legislazione Vitivinicola

             Consultazione

   

 

REPUBBLICA ITALIANA      
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA...   

       

L'Accademia Italiana della Vite e del Vino... istituita.... addì    30 luglio 1949.... è eretta in Ente Morale...
Il presente decreto, munito del sigillo di Stato, sarà inserito nella Raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti della Repubblica Italiana.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.
Dato a Roma, addì 25 luglio 1952.
F.to Luigi Einaudi
C.to Segni

 

   

   IL PRESIDENTE 

 

  La nostra Accademia, come sempre, é impegnata in molte iniziative importanti per il suo futuro.

  Nell'ultimo quadriennio sono state svolte molte attività tra le quali la modifica dello statuto, resasi necessaria per rendere l'Istituzione più elastica e rispondente alle varie normative vigenti

 Una descrizione esaustiva è riportata in questo documento: Relazione Attività

 

   
© Accademia Italiana della Vite e del Vino

Informativa sui Cookies  ai sensi dell’art. 13, Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Per una gestione migliore e più semplice questo sito fa uso dei cookie, piccole porzioni di dati che consentono di capire come gli utenti navighino e ne visualizzino le pagine. I cookie non registrano alcuna informazione personale sull'utente ed eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. 
Informativa sulla Privacy ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 del 27 aprile 2016  (GDPR)  -  Descrizione delle modalità di trattamento dei dati personali degli associati in questo sito internet.
      
Cliccare su [OK] per dare il proprio assenso o leggere l'informativa estesa..